Ru486 – Ma il Vaticano e l’Italia non sono due stati sovrani?


Bookmark and Share

Mi sembra di ricordare che il Vaticano è uno stato indipendente dall’Italia, di conseguenza dovrebbe essere anche il contrario, giusto? Perché allora la Chiesa si permette di essere così invadente nei confronti delle decisioni dello stato italiano?
Lo stato italiano è laico le decisioni DEVONO essere prese tenendo ben presente questo principio. Io non so se la pillola Ru486 faccia bene o male, ma l’agenzia italiana del farmaco ha deciso che può essere messa in commercio anche da noi, così come altre agenzie del farmaco europee hanno deciso per quasi tutti gli altri stati europei: pare che solo Irlanda e Portogallo non lo abbiano ancora messo in commercio. Esistono alcuni studi, ancora in corso, per verificare l’IPOTESI che questa pillola possa essere alla causa della morte di alcune donne. Ammesso che questo rapporto esista stiamo comunque parlando di una mortalità dell’ordine di 1 su 100000, quella per un aborto chirurgico in una struttura legale è uguale e quella di una persona qualsiasi di morire per un tumore è di circa 2 su 1000. Il fumo è uno dei fattori che aumentano la probabilità di contrarre tumori, dovrebbe essere bandito immediatamente seguendo il ragionamento della pericolosità.
Ma, ovviamente, la chiesa non urla alla scomunica solo per il fattore rischio (con il quale probabilmente si vuole mettere un po’ di paura anche a chi in generale accetta l’esistenza dell’aborto), il problema è come al solito quello dell’aborto stesso. Anche su questo punto io non entro nel merito di cosa sia giusto e cosa no, l’aborto è sempre esistito, è un fenomeno che uno stato laico e democratico deve regolare e deve rendere possibile per evitare che una donna finisca nelle mani di un macellaio o di qualche mafioso. Consentire l’aborto in una struttura controllata, dove c’è qualcuno che ti può spiegare cosa stai facendo è importante, fondamentale. Non credo che una pillola renda l’aborto più semplice, non è comunque qualche cosa che una donna può decidere di fare da sola e la cosa importante è che esista una assistenza professionale e umana.
Uno stato non può lasciare un fenomeno a se stesso e deve regolarlo nel rispetto della libertà di decisione della persona.

Saluti a tutti.

Bookmark and Share

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: