Una risposta alla lettera sel sindaco di Bardi apparsa oggi sulla gazzetta: cave ofiolitiche


Bookmark and Share

Grazie a Ramona, che ha avuto il coraggio di esporsi su forumvaltaro.it e ha capito il senso della nostra battaglia:

Risposta alla lettera sel sindaco di Bardi apparsa oggi sulla gazzetta: cave ofiolitiche

Signor Sindaco,

Le parlerò nel modo più semplice e diretto che conosco per replicare al suo commento alla recente approvazione per l’escavazione della cava di Pietra Nera apparso ieri sulla Gazzetta.

Lo faccio in quanto abitante del comune di Bardi, anzi della zona interessata dalla cava. Lo faccio come giovane donna presto mamma che riflette sul mondo in cui verrà alla luce sua figlia, e lo faccio come persona che cerca di dare qualcosa a questo pianeta e a questo mondo, oltre che a toglierne.

Intanto le vorrei far notare che tra principio di precauzione e quello di procurato allarme, una persona responsabile sceglie il primo. Si ha talmente tanta paura oggi di procurare un falso allarme, ovvero un falso positivo, che è meglio andare sui falsi negativi e star sicuri: il risultato è che poi le navi affondano, succedono i disastri nucleari e le persone non sono tutelate.

Ecco che confermo la sua idea persecutoria nei suoi confronti. E sa perché? Perché lei è sindaco ora, in questo momento storico, in questi anni. Questo vuol dire che ORA lei è responsabile della salute mia, di mia figlia e dei miei concittadini. Non 10 anni fa, non nel 2008, e non per le altre cave presenti nel territorio, ma per quelle su cui lei ha il potere e la responsabilità di decidere. Non l’avevano informata che diventare sindaco comporta questo? Chi altro ne deve rispondere?

Lei cita i pareri di ARPA e ASL come positivi: si è forse scordato del fatto che nel 2008 l’ARPA ha depositato un esposto in procura a seguito del quale i lavori alla cava sono stati sospesi, e si è indicata come soluzione la BONIFICA?

E ancora, lei sostiene che Regione e Provincia approvino questa scelta, ma allora come giustifica il fatto che il 30/09/2011 la Regione stessa abbia incluso questa cava tra i siti contaminati da amianto per i quali serve la bonifica?

Lei dice che il comitato non accetta come veri questi pareri che sarebbero positivi.

E lei perché non cita nemmeno l’allarme dato dall’ISDE sul pericolo di mesotelioma?

O addirittura, pensi un po’, una legge nazionale che prevede la cessazione di ogni attività che disperda amianto artificialmente o naturalmente?

Sa che mi sorge anche un altro grosso interrogativo? Secondo lei il comitato e chi ne fa parte, ricava un certo piacere dallo spendere tempo, risorse, energie per convincerla a tutelare il suo paese? Gente che forse ha anche un lavoro e una vita da portare avanti, e che non entra in queste questioni per professione, come lei, è contenta di doversi sgolare per anni al fine di farle presente che sta decidendo sulle nostre vite?

Ma se appunto da anni ci sono persone, che da questo non ricavano nessun vantaggio economico, che le chiedono di essere ascoltate, che le portano rapporti, relazioni, che le fanno presente le loro preoccupazioni in merito a una questione tanto delicata, io dico ma perché lei non deve ascoltarle e rimanere in silenzio? Perché non ho mai sentito nessuno pro cava portare le sue motivazioni, o essere chiamato ad argomentare in favore di questa? E perché devo accettare che in consiglio comunale venga sponsorizzata la cava da chi l’ha progettata, senza voci contrarie? Io ancora non so perché si debba scavare, mentre so perché non si dovrebbe.

Chiudo con una considerazione. Se anche non ci fosse il problema sanitario all’orizzonte, esiste quello dei camion che faranno avanti e indietro sulle nostre strade assolutamente non praticabili dai mezzi pesanti. Esiste il degrado di una parete rocciosa che è stata imbruttita e che era anche sede di reperti archeologici. Anche qui vale il principio di non procurare allarme? Forse sì, nel senso di non farlo sapere. Infatti i reperti non ci sono più, e con loro parte della montagna.

Ramona Pagnottaro

Bookmark and Share

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: