Quattro calcoli poco rassicuranti.


Bookmark and Share

Secondo il “Progetto regionale pietre verdi” vengono rilasciate decine o centinaia di mg di amianto per ogni chilo di roccia cavato.
Consideriamo solo i 150 mila metri cubi in via di autorizzazione (mi fa paura pensare ai metri cubi già scavati e quindi alla quantità di amianto presente nelle cave e disperse in ambiente), autorizzazione che è stata concessa riducendo il quantitativo inizialmente richiesto: non oso immaginare quante centinaia di migliiaia di metri cubi siano già stati cavati negli ultimi 20 anni.
Comunque, considerando l’ipotesi più favorevole, 10 mg/kg abbiamo, considerando un peso specifico della roccia di circa 2500 kg al metro cubo.

10mg/1kg = 10mg*1000/1Kg*1000 = 10g/1t = 10g / 1t

Quantità autorizzata in tonnellate: 2,5t * 150000 Mc = 300000 t

10g * 300000 = 3 milioni di g di amianto = 3 mila 750 Kg di amianto = 3,75 tonnelate di amianto

Nel caso di ipotesi sfavorevole (centinaia di mg/kg, supponiamo 100mg/kg per semplicità) si arriverebbe quindi sulle 37,5 tonnellate. Si tenga presente che, purtroppo le cave delle nostre zone sono ricche di amianto e quindi è probabile che ci si avvicini più all’ipotesi delle 37 tonnellate piuttosto che a quella più favorevole, comunque piuttosto inquietante.

Scusate per il procurato allarme, ma due discariche di amianto per un totale tra tra le 3 e 37 o più tonnellate di amianto mi dà sinceramente un po’ di inquietudine.
Fate conto che un tetto in eternit pesa 16-18 Kg/mq e contiene il 10-15% di amianto, quindi un grosso capannone, diciamo di 1000 mq ha un peso di 16-18 t e un contenuto di amianto di circa 1,6/2,7 t di amianto. Da questo, personalmente, deduco che ci si dovrebbe occupare delle cave, tanto quanto ci si deve occupare di eventuali tetti in eternit e ho difficoltà a capire come sia possibile che i nostri amministratori e medici possano ammettere la pericolosità di un tetto e non ammettere la stessa pericolosità per le cave.

Sotto, un altra lettera di concittadini bardigiani.

Egregio direttore faccio parte di quelle “poche persone” così definite svariate volte che abitano nei
pressi della cava di Pietranera nel comune di Bardi. Ci tengo a ribadire che non siamo intenzionati a
fare silenzio. Come avrà notato nei vari articoli pubblicati in merito a questa vergognosa situazione
il centro del discorso su cui si va sempre a sbattere è la politica, a noi ciò che interessa e’ la nostra
salute e tutelare quella dei bambini che in questi luoghi stanno crescendo, e lo faremo fino in
fondo. Di cancro si muore. Si continua a parlare di “livelli minimi” ma qualcosa che non va c’e’,
qualcosa che si tende ridicolizzare per farlo sembrare quasi superfluo c’e’. Qualcosa che nel
frattempo sta facendo di Bardi un luogo da cui rimanere lontani. Proviamo a pensare a chi intorno
a questa miniera di veleno ha investito soldi per comperare o sistemare una casa per scappare
dall’ inquinamento della città pensando di respirare aria buona. Andremo avanti e continueremo
a batterci per ciò che di buono in questo paese ci resta: l’ aria pulita. In questi luoghi abbiamo
deciso di vivere crescere e lavorare nonostante le mille difficoltà, a “noi pochi” di questo paese va il
merito ma non ci stiamo ad essere cavie umane per finanziare il portafoglio di chi e’ dietro a questa
situazione.
Non si era detto che nelle casse del comune portava pochi soldi ?
E allora oggi quale guadagno c’e’ e per chi ?
La salute e’ la nostra al di là di quale sia il colore della bandiera.

Mariangela Antoniazzi – loc la costa 43032 bardi (PR)

Bookmark and Share

Annunci

Un commento

  1. […] pietre? Quanto amianto c’è in quella cava? Quanto ne è stato rilasciato? Abbiamo solo delle stime e certo non sono […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: